Riguardo l’amore e l’indifferenza

Uno dei modi più semplici, rapidi, ma soprattutto efficaci per impazzire è fissarsi. Focalizzare la propria attenzione in un punto preciso piuttosto che mantenere una superficiale inquadratura panoramica sul mondo. Bloccarsi su un particolare invece di abbandonarsi al placido, inesorabile, rassicurante scorrere della vita, invece di continuare a navigarci senza chiedersi mai quanti metri ci sono sotto.

Ruggero aveva ripreso gli auricolari e non se ne separava più, aveva dimenticato lo shuffle e si era fissato con una sola canzone. Un cantautore che per nome d’arte aveva scelto l’americanizzazione del cognome di una star del cinema (americana ma con il cognome italiano) gli suggeriva, in inglese, di non muoversi, di restare dov’era. Non si sa mai, metti che un giorno lei torna sui suoi passi a togliergli le cuffie e a riportarlo a due settimane prima.

E lui docilmente aspettava.

Quante volte di seguito si può ascoltare la stessa canzone? La risposta più sensata è: dipende dalla canzone. Alcune le avrebbe ascoltate di fila per giorni, forse per sempre, se non avesse avuto musica nuova da scoprire. Ma nel suo caso, quando il numero delle ripetizioni arrivò alla quarta cifra, la curiosità era più sulla possibile durata di un’ipnosi di quel genere.

Il cantautore romano lo invitava a  restare a casa, a rimanere sveglio: perché lei voleva sicuramente tornare e lui avrebbe dovuto esser pronto per quel momento, perché era solo una questione di tempo. Il suo ragionare era scandito dall’ armonica della canzone e non muoveva un passo dalla sua posizione. E nemmeno lui ne muoveva tanti, di passi. Far passare il tempo era una sorta di cortesia forzata, di quelle che fai un po’ controvoglia e con la testa altrove. Aveva lasciato andare la sua vita in loop, abbandonato agli stessi pensieri.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fantasie e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...