Vacanze per modo di dire

(Questo post è il volume due di quest’ altro)
Mancava da parecchio tempo, su queste pagine, un resoconto di trasferte siciliane.
A dire il vero sono mancato io dalla Sicilia, visto che ho aumentato il record di permanenza in Polentonia giusto per darmi almeno una sfida facile facile per quest’anno (sono arrivato a 5, ma adesso sei mesi consecutivi qui non me li toglie nessuno).
Cercherò di essere schematico e ordinato in questo piccolo diario di bordo, così da domattina si torna alla vita pavese.

“ehi, questa è la pazza storia…”
Promemoria per il futuro: viaggiare più spesso nei giorni superfestivi. Niente traffico, niente confusione, poca gente in giro, ma tutti che sorridono e ti fanno gli auguri quando te ne vai. Il mondo ideale per chi ha mal di testa, un deserto pacifico e piacevole.
E poi a bordo offrivano prosecco, sembrava quasi la sigla del principe di Bel Air

Relativismo Climatico
Il clima siciliano è incredibile. Questo fresco durante il periodo natalizio, nessuna necessità di coprirsi, di indossare giacche o abiti pesanti: spettacolo. Quasi quasi vengo a vivere qui….
La cosa più bella era girare col maglione, senza giacca, e ridere quando la gente chiedeva se non avessi freddo. La domanda vera è: che senso ha vestirsi da montagna con 15 gradi?
Questa è sicuramente la cosa del nord a cui mi sono abituato di più, quella che mi farà additare presto come pulenta, perché devo ammettere che due anni fa giravo imbottito come i miei conterranei

Special Guest
Questa volta mi sono sentito davvero un ospite. Sarà perché quando dico “casa” intendo Borgo Ticino; sarà perché i primi giorni cercavo di accendere la luce in camera dagli interruttori del corridoio (qui a Pavia ci sono molte case con questa “genialata” anacronistica, tra le quali la mia); sarà perché i miei erano troppo teneri nel coccolarmi (leggi: abbuffarmi di pesce e non farmi fare un cazzo a casa) nemmeno fossi un reduce di guerra; o sarà perché mio fratello piccolo finalmente si è messo in camera mia…
Soprattutto questo, mi sa. Finalmente non ho trovato la stanza conservata come una reliquia,  con la cura e l’attenzione che nemmeno le case dei personaggi storici possono permettersi. Le mie cose erano stipate in garage e la mia scrivania e il mio stereo raccolti in un angolo davanti al mio letto, una soluzione molto monolocale claustrofobico. Però meglio così, finalmente l’hanno capito.

Riposo un cazzo
Tante persone da vedere, non si può dire di no a tutta questa gente (e non sono mai stato bravo, a dire di no). Come non potevo dire di no al mio stereo (una sviolinata per ogni volta che vado in Sicilia è d’obbligo) visto che avevo un po’ di musica nuova da portargli e lui doveva farmela sentire: avete presente quei vecchi amici che si vedono una volta ogni morte di papa, ma è sempre un piacere? Avevo bisogno di farmi scombinare i capelli dalle casse (ok, mi rendo conto di essere ridicolo).
Che poi, di amici così, ne ho un po’, per fortuna: gli potevo dire di no? Chiudere un bar o fare mattina con gente con cui ne hai viste di tutti i colori ha sempre il suo perché.
E poi parenti, non dimentichiamo che era periodo natalizio: è stato piacevole scoprire parti del mio sangue che mi piacciono e che spiegano un po’ come è fatto e perché ha proprio quel colore. Quando più di un parente inizia un discorso con “potrei scrivere un romanzo se…” ti fai molte meno domande.
E poi Capodanno, un po’ più affollato dello scorso, molto più devastante: era importante cominciare bene. Anche se io, dello scorso anno, posso davvero lamentarmi poco.
E così mi sono rilassato, ho dormito, ho ricaricato le pile…ma dire che ho riposato è un’espressione assai gentile e soprattutto poco veritiera.

Ma chissene: per riposarci aspettiamo i capelli bianchi

etna (vacanze per modo di dire)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cronache e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...