Lo sapevo

“Ti prego, per favore, ti scongiuro: fammi una sorpresa”.
Ruggero guardava l’ennesima bolla di interesse sul punto di scoppiare e pregava per un finale diverso.
Già, un finale, perché Ruggero è un ipocrita del cazzo. Va in giro dicendo che ogni persona è irripetibile, ma in realtà è profondamente convinto che tutti siano mossi da diverse combinazioni degli stessi principi, che non sono più di tre/quattro: “do ut des”, “meglio che niente”, “meglio a te che a me”, “a me cosa me ne viene?” e altri imperativi simili, semplici e bassissimi. Possiamo considerare una piccola incognita sulle diverse influenze e storie personali, ma non hanno incidenza sul risultato finale. Il risultato finale è che tante storie si evolvono e finiscono in maniera esageratamente prevedibile. Una relazione, un discorso, l’elaborazione di un pensiero e la sua successiva esposizione, gli atteggiamenti.
Tutto noioso, tutto già visto. Un elaboratissimo, ma in fondo ripetitivo, dejà vu.
Ruggero cerca sorprese come se fossero sabbia dorata, dragando infinite persone e concetti triti e ritriti. E perde i pochi tesori che trova per andare dietro a qualche tornaconto, a qualcuno che abbia (secondo lui) qualcosa in più da offrire. Proprio come gli altri, che tanto disprezza: Ruggero è doppiamente un cazzo di ipocrita.
Immaginate di aver letto così tanti libri ed essere ormai in grado di comprendere la struttura narrativa in generale. I libri continuerebbero a piacervi, se solo foste in grado di trovarne uno davvero autentico, libero da sistemi già usati. Immaginate che strazio sapere sempre il finale, non alzarsi mail dalla sedia, ripetere di continuo “già visto”.
Lo sapeva, anche questa volta. Ruggero sa fin troppo bene che è facile parlare col senno di poi. Ma nel suo caso non è lo stesso: è una profezia che si auto avvera, un “lo sapevo” sconfitto, pronunciato quando il finale arriva con largo anticipo, dopo un più o meno lungo periodo di preghiera.
“Ti prego, per favore, ti scongiuro: fammi una sorpresa.”

crowd

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fantasie, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...